Giovedì 21 Marzo ore 21

Lo spettacolo  di teatro del Racconto “L’hai voluta la bicicletta? pedala!” è frutto di 15 anni di interviste a donne e uomini che hanno fatto la resistenza civile e armata in tutta Italia.
La narrazione unisce musica e racconti per narrare i passi della Resistenza fra emozioni e frammenti di vita.
La performance, raccontata da Silvia Priscilla Bruni con una lieve e, al tempo stesso, intensa ironia, vede protagoniste storie di donne comuni, umili e coraggiose, che hanno saputo resistere e dare un futuro al Paese.
Ad accompagnare le loro storie sono i canti dal vivo  di quel tempo, interpretati da Alessandra Fantoni e Mario Costanzi, Michele Borgogni all’ armonica per rendere omaggio e ricordare tutti e tutte coloro che hanno combattuto per restituire all’Italia libertà e democrazia.
Ad aiutare la narrazione documenti e foto d’ epoca, alla regia digitale Claudia Bartalini.
Il cuore della narrazione è retto dalla bicicletta, che fissa in scena si trasforma in un teatro viaggiante, un confessionale, un rifugio, un cantastorie da piazza, un’amica inseparabile per tutte quelle staffette che macinando km ci hanno portato una gran bella libertà.
Lo spettacolo è il frutto di 15 anni di interviste, atto di ricerca continuativo che ha avuto inizio con lo spettacolo La partigiana nuda. Entrambi gli spettacoli hanno come fine ultimo quello del recupero della memoria, della nostra storia e del nostro paese, attraverso documenti, oggetti d’epoca, testimonianze e intenti della resistenza per veicolare un concetto che è la libertà,  per ricordare che la resistenza è un’ attitudine una materia che fa parte dell’ essere umani.
Senza la bicicletta tutta l’attività clandestina non avrebbe potuto muoversi con tutta quella relativa scioltezza con la quale si muoveva e Il ruolo della bici , è il motore per dare voce alle donne nel mondo politico.